LICEO LINGUISTICO • LICEO MUSICALE E COREUTICO - SEZ. COREUTICA • LICEO SCIENZE UMANE • ECONOMICO SOCIALE
Se si perdono i ragazzi più difficili la scuola non è più scuola. È un ospedale che cura i sani e respinge i malati
- Don Lorenzo Milani –
Il liceo economico sociale

UN MONDO CHE CAMBIA: come creare un network di conoscenze

 

Il LES  fornisce allo studente competenze particolarmente avanzate negli studi afferenti alle scienze giuridiche, economiche e sociali.

 E’ un liceo innovativo sia nei contenuti che nella metodologia di insegnamento delle varie discipline.

 Non si tratta di un liceo economico con valenza attitudinale e tecnica , ma ha un carattere più culturale, creativo, più snello per numero di discipline e monte ore; è il liceo della comunicazione, dell’attualità, della contemporaneità, non professionalizza, ma consente l’accesso a tutte le facoltà universitarie.

 Tale liceo insiste sulle scienze umane e, in particolare, su una curvatura psico-socio-antropologica, non incentrata sull’insegnamento, ma interessata a capire come si apprende e come è cambiato il modo di pensare nella nostra società.

 Analizza quindi i fenomeni sociali e fornisce gli strumenti comunicativi utili alla comprensione della contemporaneità per stimolare l’interesse degli alunni su ciò che li circonda e fornire loro argomenti di riflessione sulle relazioni esistenti nel “mondo globale”, tra gli aspetti economici e e i fenomeni sociali presi in esame.

 L’insegnamento è contraddistinto dall’ operatività con attività laboratoriali e metodologia informatica applicata a tutte le discipline e si realizza per unità di apprendimento e per competenze formative, vale a dire che al termine di questo corso di studi l’alunno deve essere in grado di accedere a qualsiasi facoltà universitaria, poichè possiede le competenze necessarie sia in ambito umanistico che scientifico ed economico-giuridico.

 Ciò che offre questo liceo e che lo distingue dagli altri licei presenti nella Riforma si può così riassumere:

 a) una formazione generale nel campo delle scienze sociali: psicologia sociale, antropologia, sociologia con particolare attenzione all’interazione tra queste discipline; per individuare gli elementi utili per la comprensione dei fenomeni culturali;

 b) la presenza dello studio di diritto ed economia, inteso dal punto di vista storico-sociale per comprendere meglio il rapporto fra gli eventi storici e le norme giuridiche che li caratterizzano e saper identificare le connessioni tra fenomeni culturali economici e sociali e le istituzioni politiche sia nazionali che comunitarie anche in riferimento alla dimensione globale;

 c) lo studio di due lingue straniere comunitarie, approfondite anche dal punto di vista culturale, per consentire agli studenti di ampliare i propri orizzonti educativi fin dal primo biennio. La prima lingua è costituita dell’Inglese, mentre per la seconda vi è la scelta opzionale tra Francese (corso A e corso B) e Spagnolo (corso C e corso D), insegnate con metodologia comunicativa e uso di mezzi multimediali per fornire ad ogni alunno un alto livello di competenza linguistica a livello B1 del Quadro Comune Europeo di riferimento.

 La metodologia utilizza il lavoro individuale e il lavoro di gruppo, la lezione frontale e interattiva, la discussione guidata, la didattica laboratoriale, anche con l’uso di strumenti multimediali. Si prevedono incontri specifici con rappresentanti qualificati del mondo del lavoro ed enti attivi nel campo del sociale che operano sul territorio.

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.